PIGMENTIindoor

07/01/2010

è uscito il libro che raccoglie più di due anni di ricerche e progetti nel quartiere Pigneto di Roma con i contributi degli architetti di Lab(e)S e OFFicinaFortebraccio e dei docenti e studenti del Master INARCH  “Progettista di Architetture Sostenibili”

1:1DISEGNO DAL VERO.sostenibilità urbana nel quartiere pigneto di roma

a cura di Valentina Temporin_ 228pagine_Il Poligrafo, Padova,2010

per maggiori informazioni clicca qui

  

  

  

  

Il 12 e 13 giugno 2009 si è tenuta a Roma la prima festa dell’Arte e dell’Architettura Sostenibile per le strade del quartiere Pigneto, dove sono stati presentati i progetti degli studenti del Master IN/ARCH “Progettista di architetture sostenibili” e le ricerche sull’urbano di Lab(e)s e OfficinaFortebraccio, coordinatori dell’evento, con l’intento di portare l’architettura in strada, fuori dai consueti circuiti d’elite. Dal 16 al 28 gennaio 2010, visto il successo dell’iniziativa, la mostra verrà ospitata alla Casa dell’Architettura -Acquario Romano- prestigiosa sede dell’ordine degli Architetti di Roma.

ORGANIZZATO DA: IN/ARCH | Lab(e)s | OFFicinaFortebraccio CON IL SOSTEGNO DI: Ordine degli Architetti di Roma | Municipio VI di Roma CON IL PATROCINIO DI : Regione Lazio-Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport | Provincia di Roma-Assesorato alle Politiche Culturali MAIN SPONSOR: Merck-Serono | Fase engineering SPONSOR: Clivet | Zumtobel

 

Nel mese di giugno al Pigneto di Roma è stato sperimentato un nuovo modo di comunicare l’architettura sostenibile. Con la volontà di parlare agli abitanti prima che ai professionisti le proposte progettuali per il quartiere sono state esposte per la strada, con un linguaggio immediato che senza dimenticare gli aspetti tecnici ha voluto innanzitutto rispondere in modo chiaro alle domande dei cittadini. Rinnovo energetico e architettonico di edifici esistenti e riqualificazione sostenibile degli spazi urbani sono stati i temi trattati dai progettisti.

Le proposte progettuali mostrano come grazie all’analisi concreta delle esigenze degli abitanti e del territorio, edifici storici esistenti possono modificarsi e rinnovarsi nel tempo ospitando nuove tecnologie e nuovi spazi, in un processo architettonico dinamico.

L’ambiziosa proposta “PIGNETO2030 quartiere impattozero” lanciata a giugno è stata accolta positivamente da Merck-Serono, che al Pigneto ha la propria sede storica, cominciando un percorso di riqualificazione virtuosa dell’edificio dirigenziale insieme ad OfficinaFortebraccio e  professionisti IN/ARCH. Il progetto “GREEN BUILDING-MERCK SERONO” con le analisi sul costruito, i primi risultati e la metodologia applicata, verrà presentato durante l’inaugurazione.

La mostra sarà inoltre occasione per esporre gli esiti del concorso “PONTE’PIGNETO”, bandito a giugno dagli organizzatori, che ha visto la numerosa partecipazione di giovani professionisti da tutta Italia.

L’esperienza di Pigmenti, i progetti e le ricerche condotte sul quartiere Pigneto saranno raccolte nel Catalogo abbinato alla mostra:

1:1. DISEGNO DAL VERO. Sostenibilità urbana nel quartiere pigneto di roma (a cura di Valentina Temporin, casa editrice Il Poligrafo).

  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.